MARMELLATA DI KIWI, LIME E CANNELLA

venerdì 24 aprile 2009



Ultimo post della settimana e poi inizia il weekend, alleluja.

Con le giornate di sole che ci sono fuori in queste ultime settimane stare in ufficio tutto il giorno è un vero supplizio.

Ho voluto riprovare a fare una marmellata, questa volta sola soletta con le mie manine, senza rubare ricette a nessuno e soprattutto senza pectina: mission accomplished, con gli scones del post di ieri era una favola.

Io ho usato poco zucchero perché non amo le marmellate troppo dolci, naturalmente voi potete aumentarne la quantità secondo i vostri gusti.

Buon weekend!


MARMELLATA DI KIWI, LIME E CANNELLA


Per due vasetti:

800 gr. di kiwi

250 gr. di zucchero

2 lime non trattati

mezzo cucchiaino di cannella


Sbucciare i kiwi e tagliarli a cubetti.

Metterli in una ciotola con lo zucchero, il succo e la buccia grattugiata dei due lime e lasciare macerare il tutto per una notte.

Portare a cottura a fuoco dolce finché la marmellata si sarà addensata aggiungendo la cannella solo verso la fine.

Versare la marmellata calda nei vasetti sterilizzati, chiuderli ermeticamente, capovolgerli e conservarli, coperti da un panno, in luogo buio e fresco per una notte.

Pubblicato da Mariù a 16:49  

2 commenti:

Prima!!!!
Ed ora la connessione non mi fa disperare !!
Ieri sera non caricava le immagini e ero lì morta di sonno in attesa di mettere un commento!!
Bella questa marmellata!! e certamente buona, ottima la presentazione-regalo!!! .
Vedi ho scoperto a mie spese che i kiwi mi fanno male per cui quando la preparo ...la regalo tutta!!!!
Baci e a proposito gli scones (ieri ne ho visto solo la parte superiore ahahah) sono bellisssimi!!

Mammazan ha detto...
24 aprile 2009 19:47  

Grazie!! Avrei dovuto dare agli scones più risalto forse -visto anche che sono stati l'unica cosa positiva & salvezza di quella serata- ma dovevo per forza espormi al pubblico ludibrio mettendo in primo piano la cazzata combinata.
Buona serata e fantastico weekend!

m.

Mariù ha detto...
24 aprile 2009 20:43  

Posta un commento