RISOTTO AI PORRI E RADICCHIO DI BERLINO

giovedì 26 febbraio 2009



No, non è che il blog mi stia dando tanta dipendenza da indurmi a impiattare, decorare, scattare più volte lo stesso piatto ogni volta che cucino.

E' che il mio cervello proprio non ci arriva a capire che quando si è in due si cucina per due, quando si è in tre si cucina per tre e così via.

Soprattutto quando devo cucinare per me sola vado nel panico: calcoli come 200gr / 2 = 100 gr o 2uova / 2 = 1 uovo mi risultano più complessi del concetto di fissione atomica.

E così ieri, nonostante l'uomo teutonico fosse via per lavoro, ho cucinato per due -...ehm, e mezzo-.

Impiattato, decorato, fotografato, degustato. E subito dopo viavai interminabile dalla cucina al divano e viceversa spiluccando il resto.

Perché non farla finita?

Ari-impiatta, ari-decora, ari-fotografa, ari-degusta e non se ne parla più, i buoni propositi un'altra volta.


RISOTTO AI PORRI E RADICCHIO

Dosi per due:


100 gr. di porri

mezzo radicchio piccolo

160 gr. di riso Carnaroli

brodo vegetale q.b.

mezzo bicchiere di vino bianco

burro q.b.

sale q.b.

pepe nero q.b.

parmigiano grattugiato q.b.


Sciogliere in un tegame una noce di burro, aggiungere i porri affettati sottilmente, un mestolo d'acqua, un pizzico di sale e cuocere finché l'acqua sia stata tutta assorbita (o comunque fino a quando i porri siano ben appassiti).

Aggiungere metà del radicchio affettato sottilmente.

Nel frattempo sciogliere una noce di burro in una padella a parte, aggiungere il riso e farlo tostare per qualche minuto girando continuamente.

Sfumare col vino bianco dealcolizzato.

Unire il riso ai porri e al radicchio e portare a cottura aggiungendo il brodo bollente poco per volta.

Verso fine cottura aggiungere il resto del radicchio e aggiustare di sale e pepe.

A cottura ultimata mantecare con una noce di burro e parmigiano a piacere.

Decorare con del radicchio crudo affettato sottilmente ed erba cipollina.