CHEESECAKE AI FRUTTI DI BOSCO

martedì 15 settembre 2009


Questa torta è saltata in men che non si dica sul podio di quelle preferite dall'Uomo Teutonico.

E pensare che è nata assolutamente per caso -leggi: botta di culo nel tentativo di recuperare quella che voleva essere una crostata alla frutta ma poi diventata un puzzle di frolla da mille pezzi)!

Il sapore dolce e burroso della base biscottata e l'acidulo dei ribes e della crema al formaggio e frutti di bosco si compensano perfettamente e il tutto risulta di una freschezza sorprendente.

Quella che vedete qui in foto è una versione ridotta, tenete conto che con le dosi indicate e utilizzando una teglia del diametro di 18 cm lo strato di crema verrà abbastanza più alto.


P.S. Ultimo post per questa settimana, da domani sarò per qualche giorno a Parigi per lavoro. Se avete dritte adatte all'unico giorno semi-libero che avrò scrivetele pure nei commenti!



CHEESECAKE AI FRUTTI DI BOSCO



Per la base biscottata:

180 gr. di biscotti al burro (o un avanzo di pasta frolla piuttosto burrosa. In questo caso non aggiungete il burro)

40 gr. di burro fuso

un bel pizzico di sale


Per la crema:

450 gr. di formaggio Philadelphia (a temperatura ambiente)

160 gr. di zucchero

15 gr. di amido di mais

mezzo cucchiaino di zucchero vanigliato

1 grosso uovo

85 ml di panna fresca

2-3 cucchiai di frutti di bosco misti (io ho usato quelli congelati)

il succo di mezzo limone

la buccia grattugiata di 1 limone non trattato


Per la copertura:

200 ml di panna acida, sour cream o crème fraiche

1 bustina di vanillina

2 cucchiai di zucchero


Per la decorazione:

250 gr. di ribes


Per la base biscottata:

Sminuzzare finemente i biscotti nel mixer, aggiungere un pizzico di sale e, poco a poco, il burro sciolto (se, come me, userete una base di pasta frolla piuttosto burrosa frullatela nel mixer insieme al pizzico di sale senza l'aggiunta di burro).

Stendere il tutto sul fondo di una teglia a cerniera (diametro 18cm!) foderata di carta da forno livellando bene. Mettere la teglia nel frigo per 1 ora (o nel freezer per mezz'ora).


Per la crema:

Frullare nel mixer i frutti di bosco insieme al succo di mezzo limone e tenere da parte.

Mescolare per circa tre minuti con uno sbattitore elettrico a velocità massima ¼ del formaggio, 1/3 dello zucchero e l'amido. Dopo di che aggiungere il resto del formaggio, il resto dello zucchero e lo zucchero vanigliato e mescolare a velocità massima.

Aggiungere l'uovo.

Unire la panna fresca e la buccia di limone grattugiata.

In ultimo, aggiungere i frutti di bosco frullati.

Mescolare finché il tutto sia appena amalgamato ed evitare di sbattere gli ingredienti troppo a lungo.

Versare la crema al formaggio sulla base della torta.

Mettere la teglia dentro a un contenitore più grande contenente acqua calda. Il livello dell'acqua attorno alla teglia dev'essere di circa 2,5 cm. Cuocere il cheesecake per circa 1 ora e comunque fino a quando, scuotendolo gentilmente, quasi non tremoli più.

Lasciare riposare il cheesecake nella teglia per un'oretta, poi coprirlo con della pellicola trasparente e conservarlo in frigo perché si raffreddi e solidifichi completamente.


Per la copertura:

Quando il cheesecake sarà ben freddo, mischiare con un frullatore la panna acida con i due cucchiai di zucchero e la bustina di vanillina e spalmare il composto così ottenuto sulla superficie della torta. A questo punto si può riporre il cheesecake (con tutta la teglia) nel frigorifero per almeno 6 ore (o, ancora meglio, un'intera notte).


Decorazione:

Lavare e lasciar asciugare su un panno pulito i chicchi di ribes staccati dal loro rametto e disporli a piacere sulla torta.

Potete sostituire naturalmente con altra frutta di bosco.


RISOTTO AL MELONE DELLA SIGNORA ALDA

venerdì 11 settembre 2009



Indecisa se ricominciare a parlare di cucina o ammorbarvi un altro po' con le foto delle vacanze in Sardegna, opto -fortuna vostra- per una ricetta.
Perché questo risotto l'ho cucinato più di due mesi fa, nel bel pieno della stagione dei meloni, ma vista la lunghissima assenza mi ritrovo a pubblicarlo solo ora che di meloni non è più periodo.
Mi pare che dalle vostre parti faccia ancora abbastanza caldo, magari un bel meloncino profumato avete ancora la fortuna di trovarlo. Se così fosse non fatevelo scappare e provate subito questo piatto perché è buono per davvero.
L'ho assaggiato la prima volta a casa della signora Alda, cuoca eccezionale e mamma di Fabrizio, uno dei migliori artisti secondo me in circolazione e tra le persone a me più care.
Ecco, se dovesse capitare con uno dei suoi spettacoli dalle vostri parti quello proprio non perdetevelo.


RISOTTO AL MELONE

Per due:
2
scalogni

burro q.b.
olio extra vergine d'oliva q.b.
1 melone
160 gr. di riso Carnaroli
1 bicchiere di Prosecco
1 cucchiaino scarso di brodo granulare biologico
brodo vegetale q.b.

Imbiondire lo scalogno tagliato a fettine sottili in una noce di burro e poco olio extra vergine d'oliva.
Aggiungere al soffritto mezzo melone tagliato a dadini, tenendo da parte l'altra metà tagliata a dadini e qualche fettina per la decorazione.
Cuocere una decina di minuti, aggiungere il riso e il cucchiaino di dado granulare e in ultimo il bicchiere di prosecco.
Quando il vino sarà evaporato iniziare ad aggiungere il brodo caldo, un mestolo per volta, fino a fine cottura.
A quattro/cinque minuti dalla fine della cottura aggiungere il restante mezzo melone tagliato a cubetti, tenendo sempre da parte le fettine per la decorazione.
Ultimare la cottura.
Salare, pepare e mantecare con una noce di burro.
Decorare con qualche fettina di melone (io ho rivestito le pareti di un coppapasta con delle fettine di melone e versato il riso al centro).

ABRA CALABRIA!

martedì 8 settembre 2009

Qualche immagine solo per dirvi che ci sono.

Sono passati più di due mesi dall'ultimo post, durante i quali sono riuscita ad andare e tornare dall'Italia ben due volte, fare due vacanze, passare dalla cucina tradizionale sarda a quella calabrese transistando per curry-wurst e kebap berlinesi senza scrivere una sola riga.

Grazie mille a tutti quelli che mi hanno contattato, in privato o commentando sul blog, per sapere se fossi viva.

Ho cucinato poco e niente ultimamente -ogni tanto succede anche che non abbia voglia di cucinare, eggià- ma soprattutto avevo bisogno di un piccolo stacco dalla vita internettiana.

Ora ho ripreso a leggervi tutti e sono più carica che mai e tra un paio di giorni torno anche con le ricette. Intanto un po' di 'terra matri'...



Crotone, Capocolonna


Baia di Riaci

Pubblicato da Mariù a 13:04 37 commenti Link a questo post